martedì, 13 Luglio 2021

Abruzzo Care Family


Breve descrizione dell'intervento

Abruzzo Care Family è un intervento messo in atto da Regione Abruzzo allo scopo di creare e consolidare reti territoriali a sostegno dei caregiver familiari e al fine di sviluppare forme di solidarietà familiari capaci sia di offrire supporto in termini di servizi di assistenza sia di alleggerire i componenti del nucleo familiare dai carichi di cura. Di per sé, si tratta di un intervento volto a sostenere i caregiver pi  che i datori di lavoro domestico o i lavoratori domestici. Prevedendo per  alcune linee di intervento finalizzate al sostegno e alla formazione di assistenti familiari, indichiamo qui di seguito le caratteristiche principali della misura.

Riferimento normativo

Programma Operativo Fondo Sociale Europeo 2014-2020
Avviso Pubblico CareFamily: https://urp.regione.abruzzo.it/images/Avviso_Abruzzo_Carefamily.pdf

Piano Operativo 2017 2019, poi 2019 2021, intervento n.23
DGR 26.09.2017, N. 526: https://www.regione.abruzzo.it/system/files/dgr/2017/DGR526_2017_0.pdf

Modifica del profilo professionale di Assistente familiare
DGR 20.12.2018, N. 985: Abruzzo-DGR_985_18.pdf (welforum.it)

Beneficiari

Linea di Azione 1

(Presa in carico di nuclei familiari multiproblematici e Voucher per servizi a supporto dei Caregiver familiari)

1. La Linea di azione 1 è volta a sperimentare hotspot (punti unici di accesso) che, con metodologie innovative, ad integrazione ed implementazione dei segretariati sociali, si occupino della presa in carico e assistano i nuclei familiari multiproblematici in situazione di povertà, grave deprivazione o a forte rischio di discriminazione ed esclusione sociale, nonché individui componenti di nuclei familiari aventi all’interno bambini, adolescenti, anziani, soggetti non autosufficienti.

2. Tale linea d’azione è finalizzata ad offrire servizi a supporto dei Caregiver familiari attraverso l’erogazione di titoli per l’acquisto di servizi offerti da strutture specializzate (cooperative sociali, associazioni, enti pubblici, organizzazioni del terzo settore) in forma di buoni (Voucher).

Linea di Azione 2

(Percorsi formativi in favore dei Caregiver familiari)

a) La Linea di Azione 2 è finalizzata a realizzare percorsi formativi in favore dei Caregiver familiari, persone che all’interno di un nucleo familiare si fanno carico della cura di altri componenti della famiglia.

b) Ogni progetto deve prevedere un percorso formativo per di 400 ore (con riconoscimento della qualifica professionale di “assistente familiare”) e destinato ad un minimo di 10 e massimo di 20 allievi. Tale linea d’azione è finalizzata a formare ed a rendere visibile il ruolo di assistente familiare nella Regione Abruzzo valorizzando anche le conoscenze/competenze acquisite sul lavoro e/o in ambito non formale delle lavoratrici che operano nel settore dell’assistenza familiare privata.

Numero dei beneficiari

Al momento non conosciuto.

Entità prestazione o intervento

Con riferimento alla Linea 1, i Voucher vanno a comporre un budget individuale del valore massimo di euro 500,00 mensili, non superiore a € 6.000,00 complessivi per massimo 12 mesi, sulla base delle effettive esigenze, che può essere speso all’interno del catalogo di servizi, di cui all’art. 7dell’avviso pubblico Care Family, messo a disposizione dall’ATS.

Con riferimento alla Linea 2, i percorsi formativi devono prevedere 400 ore ed essere destinati ad un minimo di 10 e un massimo di 20 allievi.

L’entità delle varie prestazioni previste dall’intervento varia per  a seconda dei vari progetti messi in atto dalle ATS (per maggiori dettagli si veda sotto alla voce ‘Ente responsabile dell’erogazione’) e sulla base di valutazioni effettuate da equipe multidisciplinari che devono produrre una graduatoria per i nuclei familiari ed una graduatoria per i soggetti da inserire nei percorsi formativi.

Condizionalità (o requisiti di accesso)

Per la Linea 1: Nuclei familiari multiproblematici in situazione di povertà, grave deprivazione o a forte rischio di discriminazione ed esclusione sociale, nonché individui componenti di nuclei familiari aventi all’interno bambini, adolescenti, anziani, soggetti non autosufficienti.

Per la Linea 2: Oltre a coloro che sono presenti nella linea di azione 1, anche quelle persone che si sono allontanate dal mercato del lavoro per prestare le proprie cure familiari e/o persone care, i migranti, i partecipanti di origine straniera, le minoranze (comprese le comunità  emarginate quali i Rom).

Priorità di accesso

Variabile a seconda delle Proposte Progettuali presentate dalle varie ATS. I criteri di selezione devono comunque consentire di individuare le persone che presentino maggiori problematiche e maggiori bisogni. Particolare rilevanza sarà attribuita alla presenza e numerosità di minori e di disabilità gravi, dando priorità ai soggetti che assistono persone affette da gravissima disabilità che hanno bisogno del monitoraggio e mantenimento costante delle funzioni vitali. E’ fatto obbligo di considerare tra i criteri di selezione l’ISEE.

Dove/come fare la domanda

Varia a seconda dei progetti presentati dalle ATS e approvati da Regione Abruzzo

Durata

Con riferimento alla Linea 1, in base ai progetti messi in atto dalle varie ATS e sulla base di valutazioni effettuate da equipe multidisciplinari. Con riferimento alla Linea 2, il percorso formativo deve prevedere una durata massima di 12 mesi.

Canale di finanziamento

Fondo Sociale Europeo 2014-2020

Ente responsabile dell’erogazione

Associazioni Temporanee di Scopo (ATS) costituite o costituende, il cui Capofila deve obbligatoriamente essere almeno un Ambito Distrettuale Sociale operante nell’area territoriale di riferimento della candidatura. L’Ambito Distrettuale Sociale individua poi i partner dell’ATS attraverso apposita manifestazione di interesse, al fine di garantire la costituzione di qualificate partnership territoriali, che risultino proficue per la gestione del Piano progettuale.

Spesa sull’intervento

Risorse complessive pari a €3.822.560,00 di cui:

a) €3.043.760,00 per la Linea di Azione 1

b) €778.800,00 per la Linea di Azione 2

Il costo massimo per i singoli progetti attivati dalle varie ATS non potr  superare l’importo di € 318.546,67 ed è previsto un massimo di 12 progetti.