martedì, 13 Luglio 2021

Piemonte: assistenza familiare mediante reti territoriali


Breve descrizione dell'intervento

Per venire incontro alle esigenze di persone anziane e/o non autosufficienti, famiglie con a carico persone anziane e/o non autosufficienti e assistenti familiari impiegati nella cura di persone anziane e/o non autosufficienti, la Regione Piemonte ha finanziato, con risorse del Fondo Sociale Europeo, 12 progetti di assistenza familiare che operano su tutto il territorio regionale, con l’obiettivo principale di creare una rete di servizi integrati per favorire l’incrocio tra domanda e offerta di lavoro, qualificare il lavoro di cura e di assistenza, attraverso il riconoscimento di competenze già acquisite e la frequenza di percorsi formativi specifici, e favorire l’emersione dal lavoro irregolare.

I progetti, con un investimento complessivo di 2,5 milioni di euro, hanno coinvolto una rete di circa 160 enti pubblici e privati. Partner dell’iniziativa anche l’Agenzia Piemonte Lavoro – Coordinamento Centri per l’impiego.

Obiettivo della Misura è favorire l’implementazione sul territorio piemontese di un sistema integrato di politiche (pari opportunità, politiche attive del lavoro e della formazione professionale, politiche sociali) nell’ambito dell’assistenza familiare, definito in continuità con le buone pratiche territoriali già sperimentante e coerentemente con le evidenze della ricognizione e le soluzioni proposte dall’indagine preliminare scaricabile qui: indagine_ass_familiare.pdf (regione.piemonte.it)

Beneficiari

Persone che svolgono o che sono interessate a svolgere attività di assistente familiare;
Famiglie, con particolare attenzione a quelle in situazione emergenziale

Numero dei beneficiari

Al momento non conosciuto.

Entità prestazione o intervento

La tipologia dei vari interventi che possono essere attivati è la seguente:

  • erogazione di incentivi economici alle famiglie finalizzati alla regolarizzazione dei contratti di lavoro
  • incrocio domanda-offerta di lavoro
  • supporto per la collocazione delle assistenti familiari nelle famiglie
  • accompagnamento all’inserimento lavorativo
  • attivazione di percorsi di qualificazione delle assistenti familiari, mediante il riconoscimento delle competenze acquisite in contesti informali e non formali
  • erogazione della formazione complementare per il conseguimento della qualifica professionale di Assistente familiare

Condizionalità (o requisiti di accesso)

I soggetti beneficiari devono essere residenti e/o aventi domicilio nel territorio della Regione Piemonte.

Dove/come fare la domanda

A seconda dei vari progetti, contattando i soggetti attuatori ai link riportati sotto:

Città metropolitana di Torino

Canavese – Eporediese – Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone – Progetto Afrimont

Pinerolese – Val Pellice e Val Sangone – Val Chisone e Germanasca – Val Susa e Val Cenischia – Progetto Afrimont

Grugliasco – Progetto Domiciliarmente in rete

Moncalieri (retro volantino) – Progetto Rassicura

San Mauro Torinese – Progetto Insieme per la cura: verso un’assistenza familiare qualificata

Torino (città): sportelli con indirizzi e orari volantino per assistentivolantino per famiglie

Province di Biella, Novara, Vercelli, Verbano Cusio Ossola

Biella – Assistenza affidabile a domicilio

Borgomanero – Progetto Curare in famiglia offre servizi qualificati alle famiglie e alle persone che cercano lavoro come assistenti familiari

Novara – Progetto Curare in famiglia

Vercelli – Progetto We take care 7 poli per una rete

VCO – Progetto We take care 7 poli per una rete

Province di Alessandria e Asti

Novi Ligure – Progetto A-rete

Nizza Monferrato Progetto In rete per l’assistenza familiare Provincia di Cuneo Provincia di Cuneo

Provincia di Cuneo

Comuni del Cuneese – Progetto Net-care

Durata

Il termine dei vari progetti era inizialmente previsto al 31.12.2020. Causa anche le difficoltà e i ritardi che l’emergenza della pandemia hanno comportato, sono state concesse proroghe e il termine dei progetti è slittato a maggio 2022.

Modalità di rinnovo

Sono in fase di valutazione le modalità di un eventuale proseguimento del progetto.

Canale di finanziamento

POR FSE 2014/20. Misura 2.9iv.8.2.2.

Ente responsabile dell’erogazione

Associazioni Temporanee di Scopo (ATS), costituende o già costituite, che coinvolgano i soggetti che operano a vario titolo nell’ambito dell’assistenza familiare.

Ogni ATS deve comprendere obbligatoriamente: – Almeno un’Amministrazione locale; – APL: il/i Centro/i per l’impiego competente/i per territorio; – Almeno un Operatore dei servizi al lavoro accreditato ai sensi della D.G.R. n. 30-4008 del 11/06/2012 e s.m.i.; – Almeno un Ente di formazione accreditato ai sensi della D.G.R. n. 29-3181 del 19/06/2006 e s.m.i. con esperienza di almeno due anni nell’erogazione di formazione in ambito socioassistenziale; – Almeno una Impresa sociale.

Spesa sull’intervento

€ 2.460.000,00

Note

Soggetti attuatori dei progetti:
Consorzio Cissabo – Cossato (Biella)
Consorzio Monviso Solidale – Fossano (CN)
Comune di Vercelli
Consorzio servizi alla persona del Novese – Novi Ligure (AL)
Comune di Novara
Comune di Torino
Città metropolitana di Torino
Cisa Asti Sud – Nizza Monferrato (AT)
Comune di Grugliasco (TO)
Consorzio per la gestione dei servizi socio assistenziali – Borgomanero (NO)
Comune di Moncalieri (TO)
Comune di San Mauro Torinese (TO)

Descrizione dei progetti e relativi link:

Città metropolitana di Torino
Canavese – Eporediese – Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone Il progetto Afrimont si propone di aumentare e qualificare i servizi di cura rivolti alle persone con limitazioni dell’autonomia, dando soluzioni concrete alle famiglie che risiedono in zone di montagna
Pinerolese – Val Pellice e Val Sangone – Val Chisone e Germanasca – Val Susa e Val Cenischia Il progetto Afrimont si propone di aumentare e qualificare i servizi di cura rivolti alle persone con limitazioni dell’autonomia, dando soluzioni concrete alle famiglie che risiedono in zone di montagna
Grugliasco Il progetto Domiciliarmente in rete è rivolto da un lato alle famiglie dove vi sia una persona non autosufficiente, dall’altro alle/agli assistenti familiari in cerca di lavoro o alle persone che intendano diventarlo
Moncalieri (retro volantino) Rassicura è un progetto rivolto alle famiglie che necessitano di assistenza e alle persone che si offrono come assistenti. Un’ampia rete di soggetti pubblici e privati a servizio delle famiglie del territorio
San Mauro Torinese Insieme per la cura: verso un’assistenza familiare qualificata è il progetto rivolto alle famiglie residenti nella zona di San Mauro Torinese e comuni limitrofi
Torino (città): sportelli con indirizzi e orari volantino per assistenti – volantino per famiglie Anche in città le famiglie trovano una risposta alle proprie esigenze di assistenza. Tanti sportelli rivolti sia a loro che a chi cerca un lavoro nell’ambito assistenziale
Province di Biella, Novara, Vercelli, Verbano Cusio Ossola
Biella Assistenza affidabile a domicilio è il progetto che Biella dedica ai suoi cittadini che necessitano di assistenza familiare
Borgomanero Curare in famiglia offre servizi qualificati alle famiglie e alle persone che cercano lavoro come assistenti familiari
Novara Anche a Novara le famiglie possono usufruire dei servizi previsti dal progetto Curare in famiglia
Vercelli We take care 7 poli per una rete aiuta le famiglie nella ricerca di assistenti familiari. 40 gli sportelli a cui ci si può rivolgere
VCO We take care 7 poli per una rete aiuta le famiglie nella ricerca di assistenti familiari. 40 gli sportelli a cui ci si può rivolgere
Province di Alessandria e Asti
Novi Ligure Progetto A-rete accompagna le famiglie nella scelta di un assistente familiare e le persone che intendono diventare assistenti familiari nel percorso di qualificazione e formazione
Nizza Monferrato In rete per l’assistenza familiare è il progetto rivolto alle famiglie del Sud dell’Astigiano, che cercano assistenti a domicilio
Provincia di Cuneo
Comuni del Cuneese Net-care è il progetto a servizio delle famiglie residenti nel Cuneese. Mette in relazione famiglie e assistenti fornendo sostegno a entrambi