martedì, 14 Maggio 2024

COMUNICATO STAMPA: lavoro domestico in Friuli Venezia Giulia


Nuovo incontro informativo «SI.CON.TE» 

Giovedì 16 maggio, alle ore 17, il quinto laboratorio gratuito organizzato dal servizio regionale SI.CON.TE: un’occasione di approfondimento sulle principali tematiche legate al lavoro domestico rivolta a chi ha la necessità di attivare o gestire rapporti di lavoro con assistenti familiari, baby sitter o colf

È previsto per giovedì 16 maggio, alle ore 17, il quinto laboratorio informativo sul lavoro domestico organizzato da «SI.CON.TE», il servizio regionale che supporta le famiglie nella gestione dei tempi di vita dedicati al lavoro e alla cura dei propri cari (minori o anziani non autosufficienti) e che facilita l’inserimento lavorativo nel settore domestico. Il laboratorio è rivolto a cittadine, cittadini e famiglie che hanno necessità di attivare o gestire rapporti di lavoro con assistenti familiari, baby sitter o colf per la cura dei propri cari: si approfondiranno le principali tematiche legate al lavoro domestico, in particolare, gli aspetti legali ed economici (le peculiarità del CCNL – inquadramenti, tipologie contrattuali, adempimenti, tutele, prestazioni e servizi, Cassa Colf – le agevolazioni fiscali e i contributi), nonché la formazione regionale e i servizi di supporto nella gestione amministrativa del contratto.

Oltre al laboratorio, «SI.CON.TE» offre anche un servizio di informazione e orientamento tramite numero unico (040 377 5252) e una rete di sportelli sul territorio friulano dedicati all’incontro tra domanda e offerta di lavoro qualificato. «SI.CON.TE» rientra tra i servizi censiti sull’Atlante Fidaldo, mappa interattiva nazionale che raccoglie tutte le iniziative presenti a livello locale e centrale in favore di famiglie datrici di lavoro domestico che in Friuli Venezia Giuli conta 20.761 lavoratori/lavoratrici (al 2022), di cui 15.485 assistenti familiari (badanti). .
«Le iniziative di “SI.CON.TE” rappresentano più un’eccezione che una regola nel panorama italiano – sottolinea l’avv. Alfredo Savia, presidente Fidaldo -. Gli sportelli per il lavoro domestico sono infatti poco diffusi, previsti solo da alcune Regioni italiane e comunque spesso circoscritti a supporto del lavoro di cura prestato da assistenti familiari (badanti) e non anche di colf e baby sitter. Il decreto attuativo della Legge 33/2023 prevede che tutte le Regioni italiane sottoscrivano accordi di collaborazione inter-istituzionale trai i Centri per l’Impego e gli Ambiti Territoriali Sociali. Sportelli come “SI.CON.TE” potrebbero rappresentare l’esito di tali accordi, con il fine di favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro domestico».
La partecipazione al laboratorio è libera previa iscrizione entro la mezzanotte di mercoledì 15 maggio completando il modulo sul sito della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia (sezione Eventi).

 

Ufficio stampa Fidaldo
Marco Offredi – Alessandro Invernici

+39 3297432760 – stampa@fidaldo.it